Il blog di Sandro Rizzetto

Lacie tradisce anche me

 

In giro su Internet e su vari forum non è raro (anzi il contrario) incappare in gente arrabbiata e delusa dall’affidabilità degli Hard Disk Lacie.

Fino ad oggi la mia esperienza era diversa: un Porsche Design da 250Gb e un Neil Poulton da 500gb avevano funzionato sempre bene e quindi complice un prezzo in sterline molto basso, avevo da poco comprato un terzo esemplare (un Neil Poulton da 1Tb) da usare come backup del mio NAS Qnap.

Attaccato al Nas per un primo mirror e poi a un PC con Vista 32 bit il disco funzionava senza problemi. E’ stato quando lo ho attaccato al nuovo notebook con Win7 64bit che sono iniziate le rogne, ovvero il disco veniva riconosciuto 1 volta su 10. USB device not recognized, you shoud format the hard disk, can’t load driver, ecc. Insomma un chiaro sintomo che qualcosa sull’interfaccia USB non andava d’accordo con il nuovo PC (ho provato sia tutte le usb del notebook che quelle della docking…).

Il forte sospetto era che la parte incriminata fosse appunto il case e l’interfaccia usb e visto che il nuovo Pc supporta anche l’interfaccia e-Sata, non ho avuto remore a comprare un nuovo case vuoto con questo tipo di connessione e provare a recuperare dal Lacie l’hard disk interno (nel mio caso un Samsung neppure malaccio).

Il problema era: come aprire quella scatola infernale che non disponeva di nessuna vite e sembrava super sigillata ? Stavo per prendere martello e piede di porco e sacrificare il lucido parallelepipedo nero quando questo link mi è venuto in aiuto: tre carte di credito (una per lato, tranne il posteriore dove ci sono gli interruttori) e un pezzo di spago (nel mio caso quello che Silvia usa per gli arrosti !). Io di sicuro (chiamato in famiglia “uomo dalle mani tonde” per la mia nota abilità nei lavori manuali) non ci sarei mai arrivato…

PS l’esperienza con il support Lacie non è stata entusiasmante: mi hanno scritto dicendomi di far partire un servizio (UPnP device host) che io avevo già started… dopo la mia risposta finora non ho sentito più nulla. Chiaramente potevo insistere per una sostituzione, ma a questo punto mi tengo volentieri il mio Samsung nel case e-Sata no-name (tra l’altro gentile omaggio post-natalizio di un amico…grazie Dona !)

UPDATE: L’assistenza oggi mi risponde così:
Gentile Sandro.

Mi sono appena contattato con la nostra fabbrica per sapere la causa di questo errore e i tecnici li mi hanno confermato che purtroppo il LaCie Hard Disk non e' compatibile con Windows ® 7 (64bit) e loro stanno lavorando per aggiornare il microchip del nostro prodotto.

Spero di essere stato chiaro. Siamo sempre a sua disposizione. Le auguro una buona giornata.

Non proprio confortante sapere che ci vorrebbe addirittura un upgrade hardware…

Commenti (2) -

  • alessandro

    05/03/2020 17:59:41 | Rispondi

    Ciao, a distanza di 10 anni ha tradito anche me. Il computer non lo legge più. Vorrei aprirlo per cercare di recuperare i dati al suo interno. Potrei sapere se una volta aperto il "monolito" nero si riesce ad usare l'hd? Come hai fatto ad aprirlo.
    ciao Grazie.

    • Sandro

      08/03/2020 07:23:45 | Rispondi

      Se il disco funziona non vedo perché non dovrebbe. Puoi comprarti un enclosure usb vuoto oppure degli adattatori SATA-USB e attaccarlo direttamente al pc per trasferirti i dati

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2020 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me