Il blog di Sandro Rizzetto

eSports, videogames e giochi online nel contesto attuale

 

maskCi risiamo, tra poche ore in Alto Adige scatterà il secondo lockdown quasi totale del 2020 dopo quello che abbiamo passato nella scorsa primavera.

Tralasciando per un momento le implicazioni sanitarie ed economiche negative generali, non si può non soffermarsi su alcuni settori che durante la pandemia o hanno subito un guadagno o comunque hanno di molto limitato le perdite.

Tra questi ci sono di sicuro gli eSports, che nonostante la cancellazione degli eventi dal vivo hanno comunque mantenuto la previsione di crescita e di fatturato (stimato sopra il miliardo di $ secondo una ricerca di Newzoo) dovuta anche ad un aumento di spettatori in streaming.

Con milioni di persone costrette in casa, disoccupate o se va bene in smartworking, la possibilità di fare gli spettatori dal proprio PC o tablet di qualche evento e-sportivo di grande richiamo è un gradito surrogato alle manifestazioni sportive classiche. Che diciamolo, tra stadi a porte chiuse e squadre decimate da atleti positivi, sta diventando uno spettacolo molto triste!

E se per Tokyo 202x(1?, 2?) ormai pare essere troppo tardi , l’ingresso ufficiale degli eSports alle prossime Olimpiadi pare ormai cosa fatta.

E per chi invece non vuole essere solo spettatore, ma vuole essere protagonista “mouse e controller in mano?”

Le statistiche ancora una volta ci dicono che sono in aumento i giochi da casinò, offerti da varie piattaforme come Voglia Di Vincere casinò online che offrono i classici roulette, blackjack e slot, giocabili sia da postazione fissa via browser che da dispositivi mobili. Purtroppo, i tempi in cui potremmo “assembrarci” attorno ad un tavolo da gioco nei vicini Casinò austriaci di Innsbruck e Seefeld paiono molto lontani (l’Austria ci ha preceduto dichiarando il lockdown già un paio di settimane fa) e quindi gli amanti del gioco di azzardo possono sfogare la loro passione da remoto.

Anche il mondo dei videogiochi classici non è da meno. Con l’uscita di Xbox Series X il 10 novembre e di PS5 due giorni dopo, il mondo dei players è in fibrillazione ed è probabile che qualcuno si auguri un lockdown per avere l’occasione di passare lunghissime sessioni di gioco con i nuovi hardware monster dalle prestazioni mirabolanti.

Ricordiamo che ormai non si tratta più di una nicchia riservata solo ai giovani ma l’età media del giocatore sta salendo e che in moltissimi settori non si può prescindere dall’averci “un piede dentro”

Due esempi made in USA: la strafamosa parlamentare americana AOC gioca a Among Us su Twitch e colleziona un numero di spettatori che molti programmi della RAI se li sognano e il recente eletto Presidente Joe Biden ha utilizzato massicciamente le inserzioni nei videogiochi durante la campagna elettorale.

Biden

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2020 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me