Il blog di Sandro Rizzetto

La tecnologia nella vita di tutti i giorni, dal lavoro al tempo libero

 

14ces-02Immaginiamo di poter scaricare tutte le foto del nostro ultimo viaggio in un notebook con un hard disk da 2 terabyte. E magari ritoccarle in un secondo momento, mentre le osserviamo in tranquillità su uno schermo da 17,3 pollici.

Fra qualche mese tutto ciò sarà possibile.

Poiché fra le tante novità in mostra al CES che hanno attirato l’attenzione di visitatori e addetti ai lavori c’era anche un computer portatile con le caratteristiche sopra elencate, cui dobbiamo aggiungere anche 64 gigabyte di RAM e la possibilità di cambiare (a nostro piacimento) alcuni suoi singoli componenti, come la CPU o la scheda video…

Da oltre cinquanta anni, correva il 1967 (siamo quindi coetanei…) quando esordì nella Grande Mela, il “Consumer Electronics Show” è un vero e proprio punto di riferimento per quanto riguarda l’elettronica di consumo. A riprova di ciò basta pensare che sotto la luce dei suoi riflettori si sono rivelati al grande pubblico il videoregistratore a cassette (1970), il Commodore VIC-20 (1980), il lettore di compact disc (1981), la console per videogame Xbox (2001), i televisori di grande formato con tecnologia al plasma (2005).

L’ultima edizione, andata in scena nella capitale mondiale del gioco d’azzardo, Las Vegas, fra l’8 e il 12 gennaio 2019, ha chiamato a raccolta oltre 4.500 espositori provenienti da 40 differenti paesi (c’era anche l’Italia).

Tantissimi i prodotti in mostra, molti dei quali busseranno alle porte delle nostre case o dei nostri uffici già nei prossimi mesi.

Perché è innegabile che le nostre abitudini stiano lentamente ma inesorabilmente cambiando e tutto, dal lavoro al tempo libero, sia sempre più connesso con le tecnologie di ultima generazione.

Lo raccontano anche i più recenti dati relativi al gioco d’azzardo online sui portali autorizzati dall’ADM, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, come per esempio è NetBet. La raccolta, valore che rappresenta l’ammontare complessivo delle puntate fatte dalla comunità dei giocatori, è passata dai 16,913 miliardi di euro del 2015 ai 21,331 miliardi di euro del 2016, per arrivare a toccare quota 26,932 miliardi di euro nel corso del 2017.

Una crescita che ha permesso alla cifra racimolata dall’intero comparto, offline più online, di sfondare la fatidica quota dei 100 miliardi di euro.

Non solo. Se fino a qualche anno fa chi voleva giocare da casa lo doveva fare accendendo il classico desktop, oggigiorno stando alla ricerca “Online Gambling” i due terzi delle puntate via Rete arriva da device mobili.

E proprio i tablet (da quelli pieghevoli in due o più parti a quelli su cui scrivere e disegnare con speciali penne) e gli smartphone (da quelli con schermi flessibili a quelli dotati di doppio display fronte-retro), due compagni di viaggio ormai indispensabili, sono stati fra i grandi protagonisti del CES.

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2019 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me