Tappe e Diario

Day 1: Appiano - Ulm - Rothenburg ob der Tauber

Ulm: Visita Cattedrale, di più non c'è... Pranzo in un bel localino con tavoli all'aperto lungo una roggia
Rothenburg ob der Tauber: è il lunedi di Pentecoste (festa in Germania come in Alto Adige) e si svolge un famosa festa medievale con rappresentazioni di vita quotidiana, parate di suonatori, e molto altro. Non lo sapevamo e ci siamo ritrovati catapultati nel 1200 senza saperlo. Bello.

Day 2: Bruxelles

Bruxelles: Erano previste tappe a Mainz e Aachen, ma abbiamo preferito raggiungere in fretta la capitale belga.
Lunghissima camminata in centro partendo dalla Grand Place e passando per la Galeries Royales St Hubert (bella), la statuina del Manneken Pis (evitabile), la Borsa e varie vie e vuizze piene di tifosi della nazionale scozzese (si gioca stasera Belgio-Scozia) che fanno a gara a chi beve più birra!

Day 3: Bruxelles

Bruxelles: Ci si sveglia con la pioggia, ma siamo tra i pochi che usano l'ombrello (mah!). Passeggiamo lungo il bel quartiere Sablon e raggiungiamo il bel palazzo di Giustizia. Per passare un'oretta all'asciutto visitiamo il Museo di Magritte che ci lascia molto delusi (non è presente nessuna delle opere più famose).
Dopo pranzo in pochi attimi cielo blu e sole e con la metropolitana ci dirigiamo al quartiere del Parlamento Europeo (belle architetture moderne). Cena di nuovo in centro e alle 9 di sera c'è ancora il sole!!

Day 4: Ostenda e la costa - Bruges

Mattinata quasi tutta in macchina a visitare la costa del Mar del Nord. Ostenda sembra una Cesenatico degli anni 70, con brutti palazzoni e una spiaggia e lungomare che, complici anche nuvole e freddo, fanno veramente tristezza; abbiamo capito perché già il Garda o i nostri laghi sono per loro grasso che cola!
Al pomeriggio raggiungiamo Bruges, tappa principale del nostro viaggio, e ne siamo ampiamente ripagati. Un vero e proprio gioiellino. Dopo cena dobbiamo aspettare le 23 per avere un po' di buio per le foto notturne, ma girare per la città deserta tra canali e viuzze è un qualcosa di semplicemente affascinante.

Day 5: Gent

La mattina meteo spaziale, cielo tersissimo, e non rinunciamo a fare un altro giro di Bruges per vedere i palazzi affacciati sui canali con colori diversi da ieri.
Giro in macchina nell'entroterra delle Fiandre alla ricerca di un cimitero americano della Prima Guerra Mondiale (Flanders Fields), risultato piccolo e niente di ché...
Pomeriggio arrivo a Gent/Gand e grossa discussione e dubbi su quale delle due cittadine sia la più bella! Una dura lotta! Lungo giro a piedi visitando la cattedrale di San Bavone, il Castello di Gravensteen, la piazza del Vrijdagmarkt (spettacolare bar con listino di 500 birre!), le rive del Graslei e Korenlei e ancora una volta lunga attesa dell'ora blu e del buio per fantastiche riprese notturne!

Day 6: Dinant - Strasburgo

Lasciamo il Belgio e con un breve attraversamento del Lussemburgo facciamo una velocissima tappa a Dinant solo per scattare una foto.
Arrivo a Strasburgo, visita della Cattedrale con la sua bella piazza e della Petite-France, l’antico quartiere di Strasburgo patrimonio Unesco, dove le tipiche casette a graticcio dai tetti spioventi si specchiano nei canali del fiume.

Day 7: Strada del Vino - Colmar

Alla mattina veloce visita al Parlamento Europeo e poi via per la famosa Strada del Vino... sará come la nostra? Certo, basta moltiplicare x 10! Lunga 120km, vallata ampissima, decine di paesini tra cui scegliere e dozzine di cantine da visitare. Ahimè è domenica e la stragrande maggioranza è chiusa, ma qualcosa di aperto lo troviamo lo stesso.
Scegliamo Ribeauvillé e Éguisheim come borghi più belli da vedere e poi approdiamo a Colmar (con grande fatica per trovare l'hotel!) in cui visitiamo la Petite Venice (serie di pittoreschi ponti e canali), La Maison des Têtes e la Maison Pfister, la Vecchia Dogana e una sacco di vuizze con le famose case a graticcio.

Day 8: Ritorno

Era prevista una tappa a Zurigo, ma visti i molti km da fare preferiamo guidare e intervallare solo con qualche tappa "idraulica".
Alla fine i km saranno poco meno di 2700, ma i moderni ausili ADAS della nuova macchina (cruise control adattivo, guida automatica livello 2, ecc.) non te li fanno per niente pesare.