Il blog di Sandro Rizzetto

Nizza, la “smart city” al servizio dei cittadini

 

Photo by asawin / CCO Public Domain La tecnologia può avere risvolti negativi, soprattutto quando se ne abusa. Ci sono però dei frangenti in cui il progresso tecnologico non può che essere considerato un elemento in grado di recare benefici e rendere le nostre vite più semplici. Un esempio tra tutti è il concetto di “smart city”, ovvero quelle città che grazie all’utilizzo di dispositivi all’avanguardia riescono a ottimizzare i propri servizi per i cittadini. Un processo, quello della “smartizzazione” delle città, che è in continua crescita e non accenna ad arrestarsi.

 New York, Barcellona, Londra e Singapore sono fra gli esempi più lampanti di questo processo, ma negli ultimi anni una località su tutte è emersa nel panorama delle città smart. Una località che si trova in una regione da sempre simbolo di lusso e intrattenimento, quella Costa Azzurra che però non è solo i casinò, gli alberghi e le ville di Caccia al Ladro, il lungometraggio Hitchcockiano passato alla storia come uno dei film più celebri sul mondo del gioco. La Costa Azzurra è anche una regione all'avanguardia dove a spiccare è Nizza, capitale economica e, soprattutto, "smart city" per eccellenza.

 Dal 2013 la città francese ha infatti dato il via a due progetti al cui centro vi è, rigorosamente, il cittadino, e che sono frutto di collaborazioni fruttifere tra gli enti locali e Cisco, azienda globale specializzata nella fornitura di apparati di networking. Il risultato? Una città intelligente che è entrata di diritto nella cerchia degli insediamenti urbani più moderni e avanzati del mondo.

Connected Boulevard

Photo by Pxhere / CCO Public Domain

Come suggerito dal nome stesso, Connected Boulevard è uno degli esempi più fulgidi di connessione tra dispositivi, dati e cittadini. L’obiettivo del progetto è quello di valorizzare la città attraverso un modello economico sostenibile che possa portare benefici alle persone e all’ambiente.

 Il primo punto è quello del traffico, migliorato sensibilmente da quando Connected Boulevard ha visto la luce. Nizza è una città caotica dove in media servono dai 20 ai 30 minuti per trovare parcheggio in centro. Negli ultimi anni però, grazie alla creazione di un app per telefono e tablet, dispositivi ormai essenziali per ogni viaggio, è possibile verificare i parcheggi disponibili in tempo reale. Una soluzione che rende più semplice la vita della popolazione locale ma anche dei turisti. Un circolo virtuoso che, inevitabilmente, porta benefici anche all’economia.

 I vantaggi si riscontrano anche nel campo dell’illuminazione. Il nuovo progetto permette un risparmio energetico di circa il 20% grazie a un sistema che è in grado di autoregolarsi. Un esempio su tutti? I lampioni che in caso di condizioni atmosferiche avverse emettono più luce e che, viceversa, diminuiscono la loro potenza in condizioni normali o quando c’è poco traffico.

 Infine va sottolineato come Connected Boulevard sia riuscito ad avere un impatto marcato sull’ambiente. I sensori forniscono informazioni in tempo reale sul livello dei rifiuti, rendendo più semplice il processo di raccolta, e sull’inquinamento, un dato essenziale per misurarne l’influenza sulla qualità di vita dei cittadini e adottare contromisure efficaci.

Spot Mairie

Se Boulevard Connected è riuscito a migliorare molti aspetti della vita, con Spot Mairie i cittadini ricevono un aiuto fondamentale su uno dei fronti notoriamente più tediosi e ingarbugliati, ovvero il rapporto con la Pubblica Amministrazione.

 Grazie a questo progetto il Nice Etoile, uno dei centri commerciali più importanti dell’intera città, diventa un punto di riferimento per chiunque debba vedersela con faccende quali la modifica dello stato civile o il permesso di parcheggio. Merito di uno spazio creato ad hoc per consentire un’interazione “vis a vis” tra il cittadino e un agente collegato in remoto, il cui volto appare su uno schermo, in grado di guidare l’utente attraverso i procedimenti. Il tutto attraverso strumenti moderni per visualizzare, stampare e inviare documenti. Un modo più diretto e interattivo rispetto al classico “call center” che in passato ha dimostrato di poter risultare più confusionario che altro.

Inoltre, tra le comodità e le agevolazioni di un servizio totalmente gratuito c’è anche la possibilità di sbrigare pratiche relative non solo al comune di Nizza ma anche all’Area Metropolitana della Costa Azzurra. Un fattore aggiuntivo che, in caso ce ne fosse ancora bisogno, non fa altro che consacrare la città come uno dei siti più avanguardisti dell’intero panorama mondiale.

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2019 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me